Louise Bourgeois

LouiseBourgeois_ritrattoconlibri

Nata nel 1911 a Parigi, Louise Bourgeois  è una delle maggiori esponenti dell’Astrazione Eccentrica, movimento nato dalla mostra del 1966 che forniva un’alternativa espressiva al minimalismo.

Nel 1947 Louise Bourgeois pubblica “He disappeared into complete silence” un’opera particolare per il suo utilizzo del testo e della parola che fa pensare a quella che poi sarà l’arte concettuale, ma anche all’idea di gesamtkunstewerk (opera d’arte totale) di Kandinskij e Wagner, in cui diverse forme d’arte sono utilizzate per un unico fine espressivo.

In ogni tavola sono presenti due tipi sistemi di segni: quello liguistico espresso con le parole, storiche e allo stesso tempo individuali e soggettive, e quello iconico espresso con l’ immagine bidimensionale, a bassa densità figurativa ed essenzialmente geometrica.

La complessità di queste tavole sta nel fatto che ogni sistema comunicativo utilizzato dall’artista ha una propria grammatica, una serie di segni che sono individuali, emotivi ed arbitrari, che si nascondono dietro la simbologia normalizzata ed oggettivizzata di ciascun sistema.

La seconda difficoltà sta nello stabilire, dopo aver cercato di tradurre il messaggio nascosto dietro le parole e i disegni delle tavole, qual’è la connessione tra i due tipi di linguaggio utilizzati.

 

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

He disappeared into complete silence: disegni di Louise Bourgeois

Le donne dell’arte: lo sguardo femminile dell’arte contemporanea